Il Circolo

Chiudi 1) L'Associazione

Chiudi 10) LINK AMICI

Chiudi 11) LE INTERVISTE DEL CIRCOLO

Chiudi 12 - MANIFESTAZIONI ORGANIZZATE DAL CIRCOLO

Chiudi 2) 4° Bando Letterario Città di Montieri 2008

Chiudi 2) 5° Bando Letterario Città di Montieri 2009

Chiudi 2) Bando Città di Montieri - Gli Sponsor - Dove alloggiare

Chiudi 2) Bando Città di Montieri - Gli Sponsor esterni

Chiudi 2) Bando Città di Montieri 2007

Chiudi 2) Bando Letterario Città di Montieri 2011

Chiudi 2) Bando Letterario: Come arrivare a Boccheggiano

Chiudi 2) Finalisti Bandi anni precedenti

Chiudi 3) BANDI ARTISTICI E VARIE

Chiudi 3) BANDI LETTERARI INTERNAZIONALI

Chiudi 3) BANDI LETTERARI ITALIANI

Chiudi 3) BANDI LETTERARI ITALIANI - Finalisti

Chiudi 3) BANDI LETTERARI ITALIANI IN VERNACOLO

Chiudi 3) PORTALI DI CONCORSI LETTERARI

Chiudi 4) La Stampa ed il Circolo: dicono di noi

Chiudi 5) SCRITTORI AMICI - Volume di Poesie di Santoro

Chiudi 5) Scrittori amici e recensioni volumi

Chiudi 5) Scrittori amici e recensioni volumi

Chiudi 6) Artisti amici del Circolo

Chiudi 6) CRITICO I CRITICI - Carta dei diritti Internet

Chiudi 6) CRITICO I CRITICI - di Santoro Salvatore Armando

Chiudi 7) WEEKEND DI POESIA

Chiudi 8) Saggi e Recensioni

Chiudi 9) PERSONAGGI

Chiudi Avvenimenti e manifestazioni

Chiudi BANDO LETTERARIO INTERNAZIONALE DI POESIA, NARRATIUVA E SAGGISTICA VERETUM

Chiudi LA PAGINA DELLA POESIA: Selezione delle migliori poesie italiane di autori famosi e di dielttanti

Chiudi METRICA E DINTORNI

Chiudi POESIA CONTEMPORANEA

Chiudi POESIA DEL NOVECENTO ITALIANO

Chiudi TUTTE LE POESIE DI SANTORO

Chiudi Tatti: un vecchio borgo, una dolce poesia.

LETTURA ITALIANA E STRANIERA, INFORMATICA E VARIE
Visite

   visitatori

   visitatori in linea

2) 4° Bando Letterario Città di Montieri 2008 - Finalisti 2008

VERBALE DELLA GIURIA DEL 4° BANDO LETTERARIO  2008 EUROPEO DI POESIA E NARRATIVA
(E TEATRO) CITTA’ DI MONTIERI

Il giorno 25 Febbraio 2009, si è riunita a Firenze la Giuria del iV° Bando Letterario Città di Montieri (GR) e, dopo aver verificato e conteggiato i voti assegnati ai concorrenti, ha proceduto alla compilazione della graduatoria dei finalisti 2008, che sono:

Sezione A1 – Poesia –
1° - Valentini Amelia di Pescara con “Parole senza ali”                                        
2° - Di Vitantonio André di Torricella Sicura (TE) con “La stradina per Liegi”          1° Premio Speciale Miniera            
3° - Bettozzi Armando di Roma con “Gratitudine (ferragosto cani)”             1° Premio Speciale Animali            
4° - Valentini Amelia di Pescara con “Rosa d’autunno”                                        
5° - Zucchi Aurelio di Roma con “Buondì”                                                
6° - Baldini Maria Cristina di Grugliasco (TO) con “Jari”                                            

SEGNALAZIONI SPECIALI
1° - Bicchierri Antonio di San Giorgio Jonico (TA) con “Miniera”                 2° Premio Speciale Miniera            
2° - Capozza Luigi di Petilia Policastro (KR) con “La danza della sposa”                                    
3° - Cerciello Lorenzo di Marigliano (NA) con “Ombre ne ho attraversate”                                        

SEGNALAZIONI DI MERITO    
1° - Zoccolini Susanna di Bedizzole (BS) con “La mia età”                                            
2° - Lippi Chiara di Pisa con “Il gigante commosso”             3° Premio Speciale Miniera – 1° Premio Speciale Studenti    
2° - Bettozzi Armando di Roma con “Dàmoje ‘na mano a quei poaretti!”                                
2° - Baldini Maria Cristina di Grugliasco (TO) con “Come le lucciole”                                        
3° - Zucchi Aurelio di Roma con “Ora è l’ora di ritornare giù”                4° Premio Speciale Miniera            
4° - Sciandivasci Federica di Roma con “Accenderò i fuochi”                                        
5° - Faletti Loredana di Aosta con “Medusa”                            2° Premio Speciale Animali            

SEGNALAZIONI
1° - Comastri Elisabetta di Spoleto (PG) con “L’unica Certezza”                                        
2° - Braccini Fabiano di Milano con “Viaggio senza fine”                                        
3° - D’alessio Vincenzo di Montoro Inferiore (AV) con “All’alba ritorneranno le mie donne”                                
4° - Cerciello Lorenzo di Marigliano (NA) con “La mia voce cercatela nel vento”                                
5° - Gasperini Giulio di  Caldana (GR) con “Sera”                                                    
6° - Russo Angela di Patù (LE) con “Ulivi Salentini”                        2° Premio Speciale Studenti            
6° - Gasperini Giulio di Caldana (GR) con “Animismo”                                            
7° - Castrianni Salvatore di Palermo con “Proteggono il nostro amore”            3° Premio Speciale Studenti            

SEZIONE NARRATIVA

1° - Cannaviello Maura di Firenze con “La strada di casa”                    1° Premio Speciale Animali            
2° - Colnaghi Stefano di Fra Gera D’Adda (BG) con “Io, Paolo”                                            
3° - Gullotto Chiara di San Giovanni Valdarno (AR) con “Più sottile del mal sottile”                                    
4° - Gamannossi Andrea di Scandicci (FI)con “Un macabro tragico scherzo del destino”                            
5° - Romano Rosa di Legnano (MI) con “Ho perso il treno non la virtù della vita”                                
6° - Amore Bruno di Torre del Lago (LU) con “I fiori di Ardito”                                            

SEGNALAZIONI SPECIALI
1° - Comastri Elisabetta di Spoleto (PG) con “Nel cuore di un’alba di neve”                                    
2° - Tormen Katia di Trichiana (BL) con “Negli occhi”                                                
3° - Nale Milly di Manciano (GR) con “Lei…la solitudine”                                            

SEGNALAZIONI DI MERITO
1° - Esposito Gloria di Milano e Germani Gilberto di Solaro (MI) con “I fantastici 4 gatti e la vivisezione”     2° Premio Speciale Animali         
2° - Spagnoli Angela di Montecatini (PT) con “I giocattoli della Miniera”            1° Premio Speciale Miniera                
3° - Heuzé Micheline di  Città della Pieve (PG) con “Il sogno di un’asina”            3° Premio Speciale Animali            
4° - Del Chiappa Emma di Reggello (FI) con “La mia vita con la sua”            2° Premio Speciale Miniera            
5° - Valentini Amelia di Pescara con “Via Roma”                                            
6° - Tofanelli Alfio di Montecatini Terme (PT) con “Il Monte Gragno”            Premio Carriera Giornalismo Circolo Luzi        

PREMIO SPECIALE MINIERA
- Parrino Domenica di Reggio Calabria con “Storie di Miniera”                3° Premio Speciale Miniera            


SEZIONE EUROPA (graduatoria unica Poesia e Narrativa)
1° - Montani Daniela di Lainate (MI) con il racconto “Shoshana”                Medaglia Presidente della Repubblica    
2° - Riotto Josè Marina di Punta Marina (RA) con il racconto  “Il magico regno dell’Unione Europea”     Targa  Regione Toscana    
3° - Basso Maria Francesca di Bassano del Grappa (VI) con “Un’estate indimenticabile”                                
4°  - Socci Luca di Greve in Chianti (FI) con la poesia “La storia dell’Unione”        1° Premio Speciale Studenti         


SEGNALAZIONI DEL CIRCOLO CULTURALE MARIO LUZI DI BOCCHEGGIANO (GR)

Sezione Poesia
1° - Procida Daniela di Acerra (NA)con la poesia “L’inganno”
2° - Arseni Lucia Anna di Lecce con la poesia “Lacrime di vetro”
3° - Maranesi Rosino di San Mauro Pascoli (FC) con la posia “A mia madre”
4° - Ferigo Zeno di Parona (VR) con la poesia “Ricordi di Miniera”                5° Premio Speciale Miniera
5° - Paolizzi Anna Maria di Rimini (FC)  con la poesia “Perla di vita”

Sezione Narrativa
1° - Stio Renzo di Salerno con il racconto “La conchiglia”
2° - Capozza Luigi di Petilia Policastro (KR) con il racconto “Il primo amore”
3° - Larenza Mariella di Maddaloni (CE) con il racconto “L’inutile lotta”
4° - Armentano Rosa Maria di Castrovillari (CS) con il racconto “Villa Serena”
5° - Quieti Daniela di Pescara con il racconto “Zia Ubaldina”


SEZIONE TEATRO

1° - Nao Andrea di Caselle di Selvazzano Dentro (PD) con l’opera “Le prostitute di Caravaggio”
2° - Pastore Franco di Salerno con l’opera “La moglie dell’Oste”
3° - Benelli Porzia di Prato (a cura di Frilli Massimo di Milano) con l’opera “Leone V°”     (3° Premio alla memoria)


PREMIO ARTISTI EMERGENTI DEL CIRCOLO CULTURALE MARIO LUZI

Al regista fiorentino Cribari Emiliano sarà consegnato il Premio “Artisti Emergenti”  che consiste in una artistica statuetta in bronzo della scultrice e poetessa fiorentina Mara Faggioli, che sarà presente alla cerimonia.

 

IN ALLESTIMENTO

I TESTI DEI FINALISTI  

TESTI DEI FINALISTI DEL IV° BANDO LETTERARIO EUROPEO 2008 DI POESIA E NARRATIVA CITTA’ DI  MONTIERI (GR).



Sezione – Poesia –



1° - Valentini Amelia di Pescara con “Parole senza ali”                                        



PAROLE SENZA ALI



Ad ogni tuo passo che di nuovo


ti separa dal mio sguardo


si dibattono nella gola


parole senza ali,


senza forza né tempo


per raggiungerti ancora,


per chiederti finalmente


che anche le tue parole,


legate da un nodo oscuro,


sciolgano il volo


come schiera di candide farfalle


danzanti sulle corolle dischiuse.


Così continuo a scriverti nel cuore


questa infinita lettera trapunta


di parole nascoste come tremule


gocce stillanti tra i tortuosi anfratti


in un carsico abisso,


mentre cerco il respiro della luce


che apra uno spiraglio


nel labirinto delle ombre,


perché il mio amore prigioniero


fiorisca nel sole.






2° - Di Vitantonio André di Torricella Sicura (TE) con “La stradina per Liegi”  


1° Premio Speciale Miniera            



LA STRADINA PER LIEGI



Erano grigi cielo e strada per Liegi come questi segni


di grafite che ora mi ospitano



i nostri padri ci accompagnavano sul portapacchi della bicicletta



(verso la scuola, poi la campanella all’unisono


con la sirena        per noi l’entrata per loro la discesa


intanto parlavano della nuova galleria da aprire del        dove


sistemare la dinamite        del come disegnare una geometria di puntelli


nel cuore della terra        della speranza non ci fossero cedimenti



(io e te Maurice lì dietro eravamo solo    un    fotogramma


sulle loro spalle forti


capaci di reggere l’esplorazione della terra



(poi c’erano le loro donne



(la loro promessa stava nelle dita dentro le maglie


della recinzione della miniera nell’attesa del fragore dell’argano


che    li avrebbe riportati     alla luce



(e noi piccoli che non riuscivamo a riconoscerli



(un moto di malinconia    per il non riuscire a riannodarci


ad un lembo di placenta     forse tutti erano nostri padri



già ci era dato di conoscere qualcosa intorno al mito des étrangers






io     e te Maurice per quella stradina


abbiamo visto in quei visi innevati di carbone


la docile fibra che fa muovere questa sfera




3° - Bettozzi Armando di Roma con “Gratitudine (ferragosto cani)”             


1° Premio Speciale Animali    


        


Gratitudine


(Feragosto… da cani)


                          


De bòtto sò spariti tutti quanti:


seranne chiuse…chiuse le persiane


e in giro c’è un mortòrio…! Solo un cane


sta a zonzolà…fa un giro, va un po’ avanti,



poi torna indietro e - ar massimo abbacchiato -


se sdraia e butta er muso sur catrame:


boccheggia…guasi mòre da la fame


e ‘n sa perché er padrone l’ha ammollato


se infino all’artro giorno ce giocava…


Na vecchiarella tutta un po’acciaccata


passanno pe annà a fà un’improvisata  


ar marmo freddo e caro de chi amava,    


je dà ‘n’allisciatina co la mano.


Lui tutto stracco s’arza e zitto, zitto


je ce s’accoda e come un derelitto


comincia a ‘nnaje appresso, piano, piano.


Sur pòsto, pòi, pensanno fra de sé


drento e ‘n se vedremo più,


ce verò io a stà un pò qui co tte”.                





                




4° - Valentini Amelia di Pescara con “Rosa d’autunno”                                        



ROSA D’AUTUNNO



Il tuo sottile timido profumo


ti svela inaspettata


nel perfetto disegno del bocciolo


appena schiuso all’aria


pungente di un ottobre


già presago del morso dell’inverno,


testarda, prepotente


fioritura di vita che rinasce


da un’intatta sorgente


sgorgata sotto il passo inesorabile


del tempo nella rapida spirale


dell’ultima stagione.


Così nei rosei petali indifesi


e fiduciosi di nuova primavera


si specchia questo tremulo germoglio


spuntato tra la cenere del cuore


all’aureo tocco di novella aurora,


arcobaleno di luce e d’amore


nel cielo liberato dalla lunga


notte, taciturno regno senza stelle,


sul respiro del vento, come sabbia


fugace in stretto collo di clessidra,


a catturare una lontana voce


che diventi qui e ora il mio destino.



5° - Zucchi Aurelio di Roma con “Buondì”                                                




Buondì



La notte è andata via veloce


passando sopra i replicati sogni


che tutti quanti volevamo veri


per candidarci ad essere felici.



Intanto l’alba ormai tossisce,


ha spento già l’ultima stella,


sbadiglia ora all’orlo di collina


e al mare, di nuovo suo fratello.



Buongiorno allora vorrei dire


a quelli che si destano dal buio


a gioie minute e subdoli dolori


che come sveglie sento risuonare.



Buondì ai gabbiani che non vedo


dal mio balcone di città sedata,


al pescatore che alla prima luce


governa barca in sudore e acqua.



Buondì al pane ancora profumato,


al vagabondo fuori dalla notte scura,


allo squadrone dei potenti in Terra,


ai bimbi insonni d’Africa ch’aspetta.



Buondì a voi, amori nostri immensi,


avvolti ancora nel vostro dolce sonno,


nel supplemento di un segreto sogno


che sia capace di svegliarvi al meglio.




6° - Baldini Maria Cristina di Grugliasco (TO) con “Jari”                                            


           Jari



A Maggio in soffio di


brezza estiva


Jari era bambino


e giocava tra nuvole e


conchiglie;


poi vide sull'altra sponda


la morte divorare ogni cosa


in bocca spalancata.


A Giugno Jari era uomo


e portava in spalla


un fucile.





SEGNALAZIONI SPECIALI



1° - Bicchierri Antonio di San Giorgio Jonico (TA) con “Miniera”                 


2° Premio Speciale Miniera            



M I N I E R A



Forte il boato


nelle viscere tue


nere di morte.


Nel buio spettrale


vite immolate


in egoismi


di umane coscienze.


Desideri inespressi


portati via dal vento


di un fatuo destino.


Inerte le nere mani


in corpi inanimati


portati alla luce


nel loro ultimo viaggio.


Tenere carezze


di cuori infranti:


ricordi tanti…


Baluardi ultimi


di sogni racchiusi


in scrigni perduti.




2° - Capozza Luigi di Petilia Policastro (KR) con “La danza della sposa”                                    


La danza della sposa



Danza contrade ubriache,


improvvise scogliere


nel silenzio del cielo.


Le colline fluttuano in mare


e impetuose fiumare,


culle pietrose


dell’amara non storia.


Arcani paesi, suoni


dispersi nei nomi.


Di ginestra fila l’attesa


e innaffia gigli montani,


fiori di perla,


sibille d’ignoto domani.


Terra fragile e vile,


amante impazzita,


doni ha lasciato sfuggire


per chimere di gora.


Danza la sposa,


immemore e greve,


il grano e limone,


il giacinto e il vento leggero


sulla pelle ai sensi suadente.


La luna è vestale lontana


al sole che sale


com’erba sorpresa


di nascere ancora.




3° - Cerciello Lorenzo di Marigliano (NA) con “Ombre ne ho attraversate”                                        



SEGNALAZIONI DI MERITO    



1° - Zoccolini Susanna di Bedizzole (BS) con “La mia età”                                            



La mia età



È così bella la mia età


così ricca di meravigliosa pienezza


come il sapore dell’estate matura


ed il colore dei cieli al tramonto;



è così bella questa età


luminosa di profonde emozioni


di amori goduti, appagati,


di bellezze vissute e mai sfiorite;



è la mia età


sussurro perenne di distese di erbe argentate


che al canto appassionato della vita


s’inchinano e danzano…


solo per me!






2° - Lippi Chiara di Pisa con “Il gigante commosso”             


3° Premio Speciale Miniera


1° Premio Speciale Studenti    



IL GIGANTE COMMOSSO



Trema l’ombra


dei minatori


sulla parete color argento.


Flebile singhiozza


la lampada


di acetilene,


flebile raccoglie


il respiro affannato


degli uomini.


Tra odori confusi,


suoni acuti


di picconi e scalpelli


essi lottano


contro il gigante


della montagna


per strappare alla pietra


un solo centimetro


di terra in più.


Oltre gli arbusti


i pensieri


sorvolano querceti


a cerro e rovella


liberi nel proprio volo.


Scavano i minatori


dentro il cuore del mondo


spaccando la roccia


nemica,


rendendola amante


e madre


di ispirazione


e di competizione.


Ed il gigante di roccia,


riconoscente e commosso,


posa la sua enorme mano


sulle esili mani dei suoi minatori


lasciandosi aprire


dalla umana pietà.




2° - Bettozzi Armando di Roma con “Dàmoje ‘na mano a quei poaretti!”                                



Dàmoje ‘na mano a quei porèlli!


(speràmo ne li regazzini)



Magnavo un maritozzo a colazzione    


e m’è venuto in mente che a ‘sto monno -


che pare che st’annà sempre più a fonno -


mijoni de pupetti in tante zone



nun cianno manch’er latte da succhià


e manco più le lagrime pe piagne,


ner mentre noi bevemo lo shampagne


e fàmo diete pe nun ingrassà.


            


Porèlli, si ce pènzo me ciaccòro:


li mali je se sùcchieno la vita!  


ner mentre noi guardamo la partita


e nun pensamo a come stanno loro.


    


Nun cianno medicine..Nun conviene


a dajele, che pòi…e chi le paga?


E questo è come e peggio de la piaga


che sta a freddaje er sangue ne le vene!   



E io ce sformo a nun poté fà gnente.


Ma chi pò fà, ma che sta a fà, che aspetta?!


Che aspetta a dà ‘na mano, a daje retta


e se la pianta a fà l’ indifferente?!    


Così nun sò sortito e ho ‘ncominciato


a fà  un ber pacco pe li regazzini:


pantaloni, pedalini,


‘na shirt e un majoncino mai usato.                              


Co mamma, poi, venuta a dà ‘na mano


ciavèmo messo giochi  e ‘n’adozzione


usanno la paghetta… - ’na porzione -  


de quelle che se fanno da lontano.



Semo iti a portà er pacco giù in parocchia


e pòi un sarto a fà ‘r conto corente    


e ho detto a mamma mia: “Si la gente


smettesse d’esse tant’assai pidocchia


    


er monno andrebbe mejo, quest’è certo”.


“È vero…E ciarifàmo certamente:


è bello a sentì er còre un po’ più aperto !”.                                           









2° - Baldini Maria Cristina di Grugliasco (TO) con “Come le lucciole”                                        


COME LE LUCCIOLE




Sull'Aurelia al tramonto


c'è sempre una ragazza,


anzi una bambina piccina,


quasi nuda e infreddolita


che a Natale vicino al fuoco


mostra occhi infossati


labbra arse, mani minute


crisalide in attesa


di vita e di casa.


E arrivano a frotte


macchinoni e clacson


all'impazzata in cerca


di carne fresca da macello


mentre in villa, a Portofino vetta,


la famiglia fa festa con


Dom Perignon.




3° - Zucchi Aurelio di Roma con “Ora è l’ora di ritornare giù”                


4° Premio Speciale Miniera    


        


Ora è l’ora di ritornare giù



Il caldo bagno è durato poco


per esser tu più a lungo padre


tra i vapori di minestra antica,


col vivo dei marmocchi attorno,


la fune al centro dei tuoi anni


e il sicuro amore, l’altra cava,


di lei che perderti mai vuole


tra i forastici sassi di miniera.



Ora è l’ora di ritornare giù


con mezza vita in tasca a Dio


e gli occhi a spiare l’enne buio


che deve deflagrare al meglio.



I ventri di pietra aspettano,


come ieri e domani aspettano


mentre i silenzi ti precedono.


Riecheggerà il perché di sempre,


ripetuto al bar caffé dell’antro,


fluttuante tra re, regine e fanti


che hai timore di poter sporcare


al primo tocco d’indurita mano.



4° - Sciandivasci Federica di Roma con “Accenderò i fuochi”                                        


ACCENDERO’ FUOCHI




Accenderò fuochi nella notte


e vi getterò frustrazioni e rimpianti.


A tener vive le braci


vi soffierò sopra


con aliti di menzogna


rovesciando- fra lingue di fuoco-


abiti d’ipocrisia.



Illuminerò la notte


con scintille di follia


e … danzando


i miei piedi nudi


solleveranno sabbia


sui miei turbamenti


mascherati da ambigua ironia.



Scioglierò nel fuoco


le lacrime della rabbia


bruciando sogni


plasmati nell’irrazionalità


per infine rinascere


 - come fenice


 da queste ceneri dolenti


e dare un senso


alla mia ritrovata umanità.





5° - Faletti Loredana di Aosta con “Medusa”                            


2° Premio Speciale Animali            



Medusa



Gridarono al mostro


- i bimbi -


La gelatinosa,


perfetto equilibrio di canali conduttori,


liquidi e mucillagini,


s’era spiaggiata


esausta.


Per ripartire


- forse -


Ma “al mostro”


gridarono i bimbi


e infantili palettate di fanghiglia


le lanciarono contro.


Le ondate successive


non poterono più coglierla


e portarla al sicuro con sé


nel mare.


Restò per morire.


Non fu neppure crude




SEGNALAZIONI



1° - Comastri Elisabetta di Spoleto (PG) con “L’unica Certezza”                                        



L’unica certezza



Nel dormiveglia di prima mattina


sorseggio lo speziato velluto tuo fumante


e sogno che già basti una tazzina


al naso e al cuore, mio antelucano amante,


per alleviare il peso, col tuo sfizio,


d’ogni dovere a cui devo esser ligia;


col dolceamaro del tuo aroma ha inizio


ogni giornata che si presenti grigia.


Sfrigoli di energia già nella moka


e sembri suggerire gaudio e riso.


Se la baldanza all’alba sembra poca


con la tua spinta progetto il Paradiso!


Verso così ogni giorno il tuo licore


in bianca porcellana virginale.


Nemmeno un taumaturgico dottore


potrebbe il tuo prodigio pareggiare.


Mi segui in camera con i tuoi afrori


mentre mi vesto e mi preparo in fretta.


Ingrata quasi, precipito di fuori,


sporco il tuo bacio con una sigaretta.


Resti da solo, sbavato nella tazza


nella cucina che odora ancor di te,


finchè alla sera, se non esco pazza,


ritorno alla mia tazza di caffè.



La moka, sporca e fedele, è dove l’ho lasciata.


Lancio una sbirciatina alla tazza sbrodolata.



Leggo nei fondi torbidi, dei sogni miei forieri,


cosa il futuro a breve preparerà per me…


e l’unica certezza nel nodo dei pensieri


è che domani all’alba m’attende un buon caffè.





2° - Braccini Fabiano di Milano con “Viaggio senza fine”                                        



VIAGGIO SENZA FINE


(l’eterno inseguire illusioni di vita)



Sale su adagio il secchio


dal pozzo:


ristoro all’arsura


e specchio degli sguardi stanchi


nelle soste


dell’eterno viaggiare.



 Ombra rarefatta


di poche palme rinsecchite,


respiro


di una bava appena di vento


che a stento


spolvera le dune.



Calura


del sole accecante


in un cielo sbiadito e senza nuvole.


Miraggi di lago calmo


o di onde spumose


di mare.



Voglia ora


di lasciarsi andare,


di fermare qui definitivamente


la corsa.


E docilmente


arrendersi poi alla quiete del  sonno.



Ma la mèta è laggiù,


ancora lontana


e per tanti giorni e tante notti


bisognerà camminare


senza abbandoni,


smarrimenti o indugi ulteriori.



Perché è il destino


che ci chiama


a cercare sempre nuovi rifugi


dove appare


più ambita e allettante


una pur illusoria promessa di vita.



3° - D’alessio Vincenzo di Montoro Inferiore (AV) con “All’alba ritorneranno le mie donne”                                


ALL’ALBA RITORNERANNO LE MIE DONNE



All'alba ritorneranno


le mie donne quelle che


troppe volte hanno chiamato


schiave nel fuoco del giorno


con la falce nel fieno


e un figlio in grembo come


nuovo grano. Ritorneranno


coi padri della terra


a rovistare lungo gli argini


dei solchi in cerca del verde


da cuocere con l'aglio


negli occhi di vipere a riposo


Cadranno i templi di cemento


il tripode ritornerà sul fuoco


mi sveglieranno dal sonno eterno


finalmente mi daranno riposo


Vivremo nell'intensa giovinezza


di questa terra antica di oltraggi


sentiremo la pecora e l'agnello


il volto del nostro paesaggio


Ritorneremo saggi senza lutti


padri di madri senza tempo


saremo immensi quanto il cielo


rosso che ride del nostro tormento.




4° - Cerciello Lorenzo di Marigliano (NA) con “La mia voce cercatela nel vento”    


                    


LA  MIA  VOCE  CERCATELA  NEL  VENTO



La mia voce cercatela nel vento,


la mia ombra nell’ombra del giardino


dove, per anni, invano


ho sognato uno scampo


alla pena del vivere.


Cercate il mio sudore sulle foglie


umide di rugiada,


lo sguardo dei miei occhi


nella luce assolata dei meriggi.


Cercatemi nel battito del cuore,


nel fluire del sangue, nella pace


serena dei crepuscoli.


Cercatemi nell’alba, nei tramonti,


cercatemi nel volo degli uccelli


di passo nelle sere tempestose.


Cercatemi nello stormire lento


degli alberi di cedro del cortile


la cui brezza leggera


mitigava l’ardore alle mie estati.


Cercatemi nel frutto autunnale


del melograno.


Cercatemi nel fuoco del camino


che ha scaldato le sere dei miei inverni.


Cercatemi nelle opere e nei giorni


del mio tempo appartato


e mi darete l’immortalità.




5° - Gasperini Giulio di  Caldana (GR) con “Sera”                                                    


Sera.



Rapido il sole ad allungare


le ombre, a straziare la stanca


giornata del rientro.


Affacciata


sulla sera la città convulsa


rallenta e sussurra promesse,


quei sogni incrinati dai voli,


salmodie di suono.



6° - Russo Angela di Galliano del Capo (LE) con “Ulivi Salentini”                        


2° Premio Speciale Studenti



            


ULIVI SALENTINI



Frammenti di cielo


biancheggiano


tra i verdi rami


di questi ulivi.



Abbaglianti,


i raggi vi penetrano


come pensieri lontani...



Tronchi deformi,


ripiegati


su se stessi,


proprio come creature pensanti,


devastate dagli anni;


su di loro


i segni del tempo....


e dell'esperienza.



 



I nostri giorni,


i loro secoli!



Ulivi maestosi


in un paesaggio


pervaso da troppe trasformazioni,


coinvolto in un presente inquieto


pieno di insoddisfazioni,


di delusioni.


E loro, lì, impassibili,


a resistere ancora una volta


ad un ambiente che cambia.



Ulivi di una terra


che forse


non è più adeguata a voi,


proprio come l'uomo


che non è più appropriato al mondo,


come ci rassomigliamo.


Ma quanto è distante


il mio essere umano!




6° - Gasperini Giulio di Caldana (GR) con “Animismo”                                            


Animismo.



Emigro l’anima in più chiari


orizzonti, sconfinati di potenza.


Emigro in altri pentagrammi


di speranza – deflagrano sottopelle.


Mi concedo il beneficio d’un nuovo


battesimo, quando il sole scende e si


fa notte. Ogni alba sarà un inno di lode


sempre rinnovato alla santità, vagando


da dimensioni contrapposte e aliene,


ostili nel loro stesso destino.


Emigro come fossi spirito d’iddio


come chi crede semplicemente di


non potersi consumare mai.




7° - Castrianni Salvatore di Palermo con “Proteggono il nostro amore”            


3° Premio Speciale Studenti            



PROTEGGONO IL NOSTRO AMORE



Proteggono il nostro amore


gli alberi della seduzione


sempreverdi ulivi selvatici


che mirano il golfo di Palermo.


Le fronde verdi e argentee


quali capelli sciolti al vento


delicatamente sono scosse


dal magrebino caldo scirocco


e si confondono con il buio


le capellature degli oleastri


nati spontaneamente sul monte


dai semi dispersi dal vento.






SEZIONE NARRATIVA



1° - Cannaviello Maura di Firenze con “La strada di casa”                    1° Premio Speciale Animali            



2° - Colnaghi Stefano di Fra Gera D’Adda (BG) con “Io, Paolo”                                            



3° - Gullotto Chiara di San Giovanni Valdarno (AR) con “Più sottile del mal sottile”                                    



4° - Gamannossi Andrea di Scandicci (FI)con “Un macabro tragico scherzo del destino”                            



5° - Romano Rosa di Legnano (MI) con “Ho perso il treno non la virtù della vita”                                



6° - Amore Bruno di Torre del Lago (LU) con “I fiori di Ardito”                                            





SEGNALAZIONI SPECIALI


1° - Comastri Elisabetta di Spoleto (PG) con “Nel cuore di un’alba di neve”                                    



2° - Tormen Katia di Trichiana (BL) con “Negli occhi”                                                



3° - Nale Milly di Manciano (GR) con “Lei…la solitudine”                                            




SEGNALAZIONI DI MERITO



1° - Esposito Gloria di Milano e Germani Gilberto di Solaro (MI) con “I fantastici 4 gatti e la vivisezione”     2° Premio Speciale Animali         



2° - Spagnoli Angela di Montecatini (PT) con “I giocattoli della Miniera”            1° Premio Speciale Miniera                



3° - Heuzé Micheline di  Città della Pieve (PG) con “Il sogno di un’asina”            3° Premio Speciale Animali            



4° - Del Chiappa Emma di Reggello (FI) con “La mia vita con la sua”            2° Premio Speciale Miniera            



5° - Valentini Amelia di Pescara con “Via Roma”                                            



6° - Tofanelli Alfio di Montecatini Terme (PT) con “Il Monte Gragno”            Premio Carriera Giornalismo Circolo Luzi        



PREMIO SPECIALE MINIERA


- Parrino Domenica di Reggio Calabria con “Storie di Miniera”                3° Premio Speciale Miniera            





SEZIONE EUROPA (graduatoria unica Poesia e Narrativa)


1° - Montani Daniela di Lainate (MI) con il racconto “Shoshana”                Medaglia Presidente della Repubblica    



2° - Riotto Josè Marina di Punta Marina (RA) con il racconto  “Il magico regno dell’Unione Europea”     Targa  Regione Toscana    



3° - Basso Maria Francesca di Bassano del Grappa (VI) con “Un’estate indimenticabile”                                



4°  - Socci Luca di Greve in Chianti (FI) con la poesia “La storia dell’Unione”    1° Premio Spec Studenti – Targa Rappresentanza It. C.E.    


    




SEGNALAZIONI DEL CIRCOLO CULTURALE MARIO LUZI DI BOCCHEGGIANO (GR)



Sezione Poesia



1° - Procida Daniela di Acerra (NA)con la poesia “L’inganno”



2° - Arseni Lucia Anna di Lecce con la poesia “Lacrime di vetro”



3° - Maranesi Rosino di San Mauro Pascoli (FC) con la posia “A mia madre”



4° - Ferigo Zeno di Parona (VR) con la poesia “Ricordi di Miniera”                5° Premio Speciale Miniera



5° - Paolizzi Anna Maria di Rimini (FC)  con la poesia “Perla di vita”




Sezione Narrativa


1° - Stio Renzo di Salerno con il racconto “La conchiglia”



2° - Capozza Luigi di Petilia Policastro (KR) con il racconto “Il primo amore”



3° - Larenza Mariella di Maddaloni (CE) con il racconto “L’inutile lotta”



4° - Armentano Rosa Maria di Castrovillari (CS) con il racconto “Villa Serena”



5° - Quieti Daniela di Pescara con il racconto “Zia Ubaldina”




SEZIONE TEATRO



1° - Nao Andrea di Caselle di Selvazzano Dentro (PD) con il dramma “Le prostitute di Caravaggio”



2° - Pastore Franco di Salerno con la commedia “La moglie dell’Oste”



3° - Benelli Porzia di Prato (a cura di Frilli Massimo di Milano) con il dramma “Leone V°”     (3° Premio alla memoria)





PREMI ARTISTI EMERGENTI ED ALLA CARRIERA DEL CIRCOLO CULTURALE



- Emiliano Cribari – Regista fiorentino di corto e lungometraggi – Premio “Artisti Emergenti”



-  Alfio Tofanelli – Scrittore e Direttore dell’Agenzia Giornalistica “Tucco Calcio” di Montecatini Terme




 


Data di creazione: 14/03/2009 @ 01:35
Ultima modifica: 01/06/2009 @ 21:31
Categoria: 2) 4° Bando Letterario Città di Montieri 2008


Anteprima di stampa Anteprima di stampa     Stampa l'articolo Stampa l'articolo

Sostieni il Circolo

ISCRIZIONI AL CIRCOLO 2017

QUESTO PORTALE HA UN COSTO DI GESTIONE SIA FINANZIARIO CHE DI IMPEGNO PERSONALE PER I RESPONSABILI DEL CIRCOLO CHE LO GESTISCONO.

CHI CI VOLESSE AIUTARCI POTREBBE ISCRIVERSI AL CIRCOLO VERSANDO LA QUOTA ANNUALE DI 10,00 EURO.

UN ALTRO SISTEMA PER CONTRIBUIRE ALLA COSTITUZIONE DI UN FONDO PER LA GESTIONE DEL CIRCOLO E' QUELLO DI ACQUISTARE I MIEI PRIMI LIBRI DI POESIE ("La sabbia negli occhi" e "Ad Occhi chiusi - Poesie d'amore"). IL 20% DEL COSTO DI COPERTINA (10 euro il primo e 15 il secondo) SARA' DEVOLUTO ALLA CASSA DEL CIRCOLO.

LA QUOTA DI ISCRIZIONE SARA' UNA RISORSA POSITIVA PER LA PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA' DEL CIRCOLO E LA CORRISPONDENTE SOMMA POTRA' ESSERE DEDOTTA DALLA QUOTA DI LETTURA RICHIESTA A COLORO CHE PARTECIPERANNO ANNUALMENTE AL BANDO LETTERARIO.

Salvatore Armando Santoro - Presidente

Ricerca



Newsletter
Per ricevere informazioni sulle novità di questo sito, puoi iscriverti alla nostra Newsletter. L'iscrizione implica l'aver preso visione e accettato l'Informativa sulla Privacy
Iscriviti
Cancella l'iscrizione
873 Iscritti

Su