Il Circolo

Chiudi 1) L'Associazione

Chiudi 10) LINK AMICI

Chiudi 11) LE INTERVISTE DEL CIRCOLO

Chiudi 12 - MANIFESTAZIONI ORGANIZZATE DAL CIRCOLO

Chiudi 2) 4° Bando Letterario Città di Montieri 2008

Chiudi 2) 5° Bando Letterario Città di Montieri 2009

Chiudi 2) Bando Città di Montieri - Gli Sponsor - Dove alloggiare

Chiudi 2) Bando Città di Montieri - Gli Sponsor esterni

Chiudi 2) Bando Città di Montieri 2007

Chiudi 2) Bando Letterario Città di Montieri 2011

Chiudi 2) Bando Letterario: Come arrivare a Boccheggiano

Chiudi 2) Finalisti Bandi anni precedenti

Chiudi 3) BANDI ARTISTICI E VARIE

Chiudi 3) BANDI LETTERARI INTERNAZIONALI

Chiudi 3) BANDI LETTERARI ITALIANI

Chiudi 3) BANDI LETTERARI ITALIANI - Finalisti

Chiudi 3) BANDI LETTERARI ITALIANI IN VERNACOLO

Chiudi 3) PORTALI DI CONCORSI LETTERARI

Chiudi 4) La Stampa ed il Circolo: dicono di noi

Chiudi 5) SCRITTORI AMICI - Volume di Poesie di Santoro

Chiudi 5) Scrittori amici e recensioni volumi

Chiudi 5) Scrittori amici e recensioni volumi

Chiudi 6) Artisti amici del Circolo

Chiudi 6) CRITICO I CRITICI - Carta dei diritti Internet

Chiudi 6) CRITICO I CRITICI - di Santoro Salvatore Armando

Chiudi 7) WEEKEND DI POESIA

Chiudi 8) Saggi e Recensioni

Chiudi 9) PERSONAGGI

Chiudi Avvenimenti e manifestazioni

Chiudi BANDO LETTERARIO INTERNAZIONALE DI POESIA, NARRATIUVA E SAGGISTICA VERETUM

Chiudi LA PAGINA DELLA POESIA: Selezione delle migliori poesie italiane di autori famosi e di dielttanti

Chiudi LETTERATURA ITALIANA - Dizionario etmologico

Chiudi METRICA E DINTORNI

Chiudi POESIA CONTEMPORANEA

Chiudi POESIA DEL NOVECENTO ITALIANO

Chiudi TUTTE LE POESIE DI SANTORO

Chiudi Tatti: un vecchio borgo, una dolce poesia.

LETTURA ITALIANA E STRANIERA, INFORMATICA E VARIE
Visite

   visitatori

   visitatori in linea

8) Saggi e Recensioni - Antonia Izzi Rufo - Mio manchi - di Enrico Marco Cipollini

 

Antonia Izzi Rufo, Mi manchi, Roma, Ed. ilmiolibro, 2011, pp. 86,€ 17,50

 

 

Conosco l’autrice,le sue opere,la sua scrupolosità e per tal motivo mi è stato davvero difficile recensire tale suo lavoro «particolare». Sapevo della malattia del marito che Antonia Izzi Rufo ha vissuto con lui,confortandolo ed accudendolo ,cosa che oggi è caduta in disuso in una società che ci vuole sempre «ad hoc»,«in»,dinamici,efficienti,giovani e belli e preferibilmente con denaro per spendere nei beni voluttuari,onde per cui l’esser malato è diventato colpa,un peso. Ma Ettore Rufo é stato l’unico uomo nella vita della nostra,lo ha amato,si è sentita non solo moglie ma consorte del suo compagno di vita,rispettandolo. Lealmente lo ha portato,accompagnato mano nella mano all’estrema dimora o al nulla eterno,come penso io ma ciò val poco in tal contesto. Forse Antonia vedrà il “suo”Ettore in un fiore,in una goccia d’acqua ,in un arcobaleno… ma questo accadrà dopo,quando l’assenza si farà meno cruda. Ora Antonia è sola e vive tale mancanza irrimediabile e da qui scaturiscono liriche permeate di un dolore indicibile perché al dolore,chi scrive ne sa qualcosa,non si fa mai l’abitudine. Il suo mondo non è più suo,scrive in una lirica della sezione«Poesie della fine,spietata»,che non possiamo sunteggiare come del resto le agghiaccianti liriche qui presenti ovvero si tratta di una lucida e partecipata analisi dell’esistere,dell’accadimento dell’inevitabile. Ciò che non doveva succedere,ormai è successo. E come in Proust ne La fuggitiva(A la recherche du temps perdu)ogni oggetto,ogni momento ,si caricano di tinte affettive e rimandano all’ amato che non è più. Quando ciò accade in tale solitudine che lacera il suo più profondo”intus”,Ella non è più,ha perso la forza di combattere,di reagire:si sente smarrita ed indifesa,preda delle tempeste del mondo e del suo animo delicato e generoso. Si notano parole ricorrenti che danno senso e significato di tale tragedia:il grigio,le mani protese,il nulla,il pianto,la paura,la solitudine,la fine,la vita che non è più vita,il freddo della morte,il senso dell’angoscia e via dicendo…. Stilemi che connotano tale libro che ti prende,t’afferra,ti sconvolge…. sono le emozioni che prorompono dalle parole(il nostro linguaggio non denota e connota forse il nostro mondo,il nostro vissuto?)mai sguaiate ma contenute, pur nella morsa del dolore. Vedo,in una lirica,le mani di Antonia ed Ettore legate,strette,in simbiosi come in un amplesso mentre affrontano “assieme” il viaggio estremo perché chi muore trascina con sé il proprio mare magnum di progetti,di rimembranze e via dicendo, concepiti con l’altro. Tale è amore nella sua essenza più vera e pura,alta ovvero condividere la sorte l’un l’altra. Le annotazioni di «Mi manchi» ripercorrono in schegge appuntite ed aguzze il “journal intime” di Antonia che dipana la sua esistenza con il consorte:dalla morte felpata che sta giungendo,in agguato… alla “cura” del marito:«che ne sarà di te,quando io non ci sarò più?».Che è anche la degna conclusione di tale libro dove spiccano ansie e tormenti ma anche quei ricordi indelebili di chi ha vissuto assieme una vita. C’è la scoperta del nulla,dell’angoscia,del vivere autentico e non banale in tale nostro esser-gettati-nel-mondo spesso opaco,che ignoriamo,che per statuto ontologico è diverso dalla coscienza di noi:quella separazione tanto criticata che fece J.P.Sartre nellEssere e il Nulla per non tacere de tanti accenni heideggeriani .Ma la Ns.Scrittrice non si è certo prefissa di far filosofia in tali pagine:è il lutto,l’esistenza,l’esser transeunte dell’uomo che sempre si ripetono nel ciclo del mondo. In fondo Omero,il divino Omero,non aveva già detto ciò?Si pensi all’Odissea dove esplicitamente dice che gli dèi tramano contro gli uomini affinché tali possano cantare le loro sventure?O nell’ultimo e sublime canto dell’ Iliade? Priamo ed Achille in una tenda si disperano sulla vita….Forse il trattato della vita in un sublime compendio che si chiude in un tragico pianto. Vorrei concludere,chi scrive è un laico convinto,con una frase di Agostino d’Ippona:

 

«Non piangete la mia assenza,sentitemi vicino e parlatemi ancora»

Tale si può leggere in diversa ottica:il credente vi vedrà la luce di un’entita, chi non lo è il valore della memoria,del ricordo,dell’agire dell’uomo che lascia una traccia nei cuori gentili che lo rimembrano ma,de facto,la frase suddetta è più di un pungolo per chi sopravvive. Il libro,le cui liriche toccano alti vertici,in realtà si ferma a p.62.Le pagine successive contengono una bibliografia di Ettore Rufo,un elogio funebre di Emilio Pacitti(l’Uno di Plotino ma ricordo che tale non è propriamente dio)e un’Osservazione (La morte non è niente)di Henry Scott Holland letta da Serenella Sestito,nella quale- chi scrive- rivede il pensiero d’Agostino succitato svolto in tono diverso. Segue un album di ricordi fotografici. Ciò è stato detto per correttezza del lettore che mal farebbe a leggersi tale esperienza in versi e in prosa che Antonia Izzi Rufo è stata capace di donarci


                                                                Enrico Marco Cipollini


 

Vle XX Settembre 144

54033 Carrara


Data di creazione: 08/06/2011 @ 13:59
Ultima modifica: 08/06/2011 @ 13:59
Categoria: 8) Saggi e Recensioni


Anteprima di stampa Anteprima di stampa     Stampa l'articolo Stampa l'articolo

Sostieni il Circolo

ISCRIZIONI AL CIRCOLO 2017

QUESTO PORTALE HA UN COSTO DI GESTIONE SIA FINANZIARIO CHE DI IMPEGNO PERSONALE PER I RESPONSABILI DEL CIRCOLO CHE LO GESTISCONO.

CHI CI VOLESSE AIUTARCI POTREBBE ISCRIVERSI AL CIRCOLO VERSANDO LA QUOTA ANNUALE DI 10,00 EURO.

UN ALTRO SISTEMA PER CONTRIBUIRE ALLA COSTITUZIONE DI UN FONDO PER LA GESTIONE DEL CIRCOLO E' QUELLO DI ACQUISTARE I MIEI PRIMI LIBRI DI POESIE ("La sabbia negli occhi" e "Ad Occhi chiusi - Poesie d'amore"). IL 20% DEL COSTO DI COPERTINA (10 euro il primo e 15 il secondo) SARA' DEVOLUTO ALLA CASSA DEL CIRCOLO.

LA QUOTA DI ISCRIZIONE SARA' UNA RISORSA POSITIVA PER LA PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA' DEL CIRCOLO E LA CORRISPONDENTE SOMMA POTRA' ESSERE DEDOTTA DALLA QUOTA DI LETTURA RICHIESTA A COLORO CHE PARTECIPERANNO ANNUALMENTE AL BANDO LETTERARIO.

Salvatore Armando Santoro - Presidente

Ricerca



Newsletter
Per ricevere informazioni sulle novità di questo sito, puoi iscriverti alla nostra Newsletter. L'iscrizione implica l'aver preso visione e accettato l'Informativa sulla Privacy
Iscriviti
Cancella l'iscrizione
866 Iscritti

Su