Il Circolo

Chiudi 1) L'Associazione

Chiudi 10) LINK AMICI

Chiudi 11) LE INTERVISTE DEL CIRCOLO

Chiudi 12 - MANIFESTAZIONI ORGANIZZATE DAL CIRCOLO

Chiudi 2) 4° Bando Letterario Città di Montieri 2008

Chiudi 2) 5° Bando Letterario Città di Montieri 2009

Chiudi 2) Bando Città di Montieri - Gli Sponsor - Dove alloggiare

Chiudi 2) Bando Città di Montieri - Gli Sponsor esterni

Chiudi 2) Bando Città di Montieri 2007

Chiudi 2) Bando Letterario Città di Montieri 2011

Chiudi 2) Bando Letterario: Come arrivare a Boccheggiano

Chiudi 2) Finalisti Bandi anni precedenti

Chiudi 3) BANDI ARTISTICI E VARIE

Chiudi 3) BANDI LETTERARI INTERNAZIONALI

Chiudi 3) BANDI LETTERARI ITALIANI

Chiudi 3) BANDI LETTERARI ITALIANI - Finalisti

Chiudi 3) BANDI LETTERARI ITALIANI IN VERNACOLO

Chiudi 3) PORTALI DI CONCORSI LETTERARI

Chiudi 4) La Stampa ed il Circolo: dicono di noi

Chiudi 5) SCRITTORI AMICI - Volume di Poesie di Santoro

Chiudi 5) Scrittori amici e recensioni volumi

Chiudi 5) Scrittori amici e recensioni volumi

Chiudi 6) Artisti amici del Circolo

Chiudi 6) CRITICO I CRITICI - Carta dei diritti Internet

Chiudi 6) CRITICO I CRITICI - di Santoro Salvatore Armando

Chiudi 7) WEEKEND DI POESIA

Chiudi 8) Saggi e Recensioni

Chiudi 9) PERSONAGGI

Chiudi Avvenimenti e manifestazioni

Chiudi BANDO LETTERARIO INTERNAZIONALE DI POESIA, NARRATIUVA E SAGGISTICA VERETUM

Chiudi LA PAGINA DELLA POESIA: Selezione delle migliori poesie italiane di autori famosi e di dielttanti

Chiudi METRICA E DINTORNI

Chiudi POESIA CONTEMPORANEA

Chiudi POESIA DEL NOVECENTO ITALIANO

Chiudi TUTTE LE POESIE DI SANTORO

Chiudi Tatti: un vecchio borgo, una dolce poesia.

LETTURA ITALIANA E STRANIERA, INFORMATICA E VARIE
Visite

   visitatori

   visitatori in linea

5) Scrittori amici e recensioni volumi - Buono Nunzio - ..DI QUEL CHE SAPEVA L'AUTUNNO

Buono Enzo - Copertina.jpg

 




Prefazione
di
Italo Zingoni


Non è certamente facile per me, poeta di ore rubate al sonno, scrivere la prefazione di un libro di poesia. Sono però entusiasta del fatto che Nunzio Buono abbia pensato a me per questa sua che lui chiama “silloge”  ma che invece è un “libro” vero di poesia vera. Mi onora essere stato invitato a presentare  quest’opera che potrei, dopo aver letto una prima volta le poesie, definire “un gioiello che si può indossare in infinite occasioni e ogni volta che il cuore riesce a battere per una grande emozione.”

Non è facile neppure leggere un libro di poesie. Viviamo d’altra parte in un mondo in cui la fretta distoglie troppo spesso le persone da ciò che darebbe loro un motivo per riflettere e per fermarsi a pensare davvero a quello che è il reale senso della vita. Perdiamo ormai, sopraffatti dal quotidiano rincorrersi in ingranaggi che non consentono soste, ogni occasione per essere veramente “persone” in questo breve cammino che ci porta sempre nella stessa direzione.

Invece sarebbe necessario a volte fermarsi. Fermarsi e riflettere. Pensare.  E la poesia, quella vera, quasi sempre riesce a farci da guida, come Virgilio per il sommo Poeta.

In questo nuovo volume di poesia  Nunzio Buono intraprende un percorso che passa dalla piena introspezione alla rielaborazione dei sentimenti per condurre il lettore in una magica atmosfera, ricostruita e plasmata con l’uso maieutico della parola, che, sola, può guarirci da quel “male di vivere” che troppo spesso ci insidia. 
Raccontare e raccontarsi, rendere gli altri partecipi della nostra più nascosta interiorità, dare sensazioni  in forme sempre diverse, scontrarsi con se stessi e con la vita, amore e ricordo, malinconia, solitudine, silenzio … questi  sono i temi ricorrenti nella poesia, ma nel variegato mondo della poesia contemporanea non è  dato  di  trovare in ogni “voce” una vera voce poetica. Troppo spesso si dimentica che per “essere poeti” non basta  prendere un foglio bianco (di carta o come vuole la nostra modernità, elettronico …)
e scrivere ciò che il desiderio di farlo ci suggerisce e ci spinge ad esprimere in qualsiasi modo ciò che sentiamo in un particolare momento.
Non basta.

Per scrivere poesia vera bisogna essere “Artisti dentro”  e avere la piena consapevolezza che ciò che scriviamo deve essere prima di tutto “Arte”  e quindi bisogna non accontentarsi mai di ciò che abbiamo scritto e pretendere da noi stessi sempre di più.

Questa “sete” di poesia è sicuramente presente in    Nunzio. La si può individuare immediatamente nelle parole della prima poesia: “nulla ha un nome / se non l’inchiostro / di una parola detta sottovoce …”  e poi  “ c’ è una luce sottile che parla / quando tutto è muto …”

Un lettore attento saprà subito che in questo libro, in questo autore, non troverà banalità sbandierate come “Poesia” .

Il percorso si delinea in un rincorrersi di ricordi e di sfumata nostalgia,  che mai però diventano puro raccontarsi in quel solo riferimento alla propria interiorità che sovente prende la mano e la “penna” ai poeti, limite che coincide sempre con la mancanza di vera Arte e quindi di vera Poesia.

Nunzio si racconta ma con un ampio respiro e con una ricerca della parola che accorda l’ io all’universalità, che assume e fa assumere al lettore la piena consapevolezza  di un mondo che intorno a noi respira e vive le nostre stesse sensazioni, i nostri sentimenti, le nostre gioie, i nostri dolori e riesce perfino a “farsi noi” interiorizzandoci e permettendoci di  “essere” in perfetto   equilibrio   con  la   natura   e   con  ogni   suo  “attimo“, ridisegnando l’esistere in relazione alla realtà che ci circonda.

“… nella tenerezza di una mano tesa / il vento abitò la mia vita…”  e ancora “Leggerò di te / dalle maree il divenirmi..” “..e se nebbia troverai / al vetro dei tuoi giorni / prova…”

E se questa realtà spesso è così crudele da toglierci gli affetti cui più teniamo è anche vero che l’uomo ha in sé la capacità di reagire e di raccogliere sempre i resti e su questi ricostruire e “ricostruirsi”.

 Così  la  speranza  rigenera  ogni illusione e la trasforma in quel “sentimento del tempo” che ci porta a credere in un destino  che ci è stato “assegnato” e oltre il quale ogni nostro sogno potrà essere realtà.

“Torna / dal sapore del perduto / il profumo della vita

E ancora il poeta “ In quell’ angolo di luce / c’è il sogno / che crea / il suo domani .”

E la donna amata, che sia o meno l’immagine della madre scomparsa,  è presente nel poeta e nella sua poesia che d’amore si nutre e vive intensamente ogni attimo fino a farsi “brezza sul viso dei sogni” e “della mia voce il canto”  …

La poesia stessa è spesso ispiratrice (e si fa quasi amante) di versi sublimi in cui si identificano passione e desiderio che si sciolgono  come per incanto nello sfiorarsi di un bacio.

“è poesia / che nel buio si accende nei sensi / … e nel gesto gentile / la carezza sul viso del tempo / … di un bacio rubato / a un altro / baciarsi ancora.

Ma adesso credo di non dover rubare altro tempo al lettore.

Lo  lascio  a  leggere  le  poesie  di Nunzio,  con un solo consiglio, quello di aprire il libro e di accedervi con consapevolezza, di gustarne ogni pagina ma soprattutto ogni parola come fossero pane fresco e acqua pura di sorgente, con cui sfamare e dissetare l’anima …

E per dirlo con le parole del poeta “ transitare il cuore in altro cielo”.

Ringrazio Nunzio per l’opportunità che mio ha dato.


Italo Zingoni





NarrativaePoesia

Copyright © MMVIII
NarrativaePoesia di Alessandro Cocco
www.narrativaepoesia.com
info@narrativaepoesia.com
via Colle Cavalieri, 50
00040 Lanuvio (RM)
ISBN 978-88-95948-15-7X
I diritti di traduzione, di memorizzazione elettronica,
di riproduzione e di adattamento anche parziale,
con qualsiasi mezzo, sono riservati per tutti i Paesi.
Non sono assolutamente consentite le fotocopie
senza il permesso scritto dell’Editore.
In copertina: “La danza del vento” olio su tela di Tiziana Mignosa


Data di creazione: 14/12/2009 @ 01:00
Ultima modifica: 14/12/2009 @ 17:41
Categoria: 5) Scrittori amici e recensioni volumi


Anteprima di stampa Anteprima di stampa     Stampa l'articolo Stampa l'articolo

Sostieni il Circolo

ISCRIZIONI AL CIRCOLO 2017

QUESTO PORTALE HA UN COSTO DI GESTIONE SIA FINANZIARIO CHE DI IMPEGNO PERSONALE PER I RESPONSABILI DEL CIRCOLO CHE LO GESTISCONO.

CHI CI VOLESSE AIUTARCI POTREBBE ISCRIVERSI AL CIRCOLO VERSANDO LA QUOTA ANNUALE DI 10,00 EURO.

UN ALTRO SISTEMA PER CONTRIBUIRE ALLA COSTITUZIONE DI UN FONDO PER LA GESTIONE DEL CIRCOLO E' QUELLO DI ACQUISTARE I MIEI PRIMI LIBRI DI POESIE ("La sabbia negli occhi" e "Ad Occhi chiusi - Poesie d'amore"). IL 20% DEL COSTO DI COPERTINA (10 euro il primo e 15 il secondo) SARA' DEVOLUTO ALLA CASSA DEL CIRCOLO.

LA QUOTA DI ISCRIZIONE SARA' UNA RISORSA POSITIVA PER LA PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA' DEL CIRCOLO E LA CORRISPONDENTE SOMMA POTRA' ESSERE DEDOTTA DALLA QUOTA DI LETTURA RICHIESTA A COLORO CHE PARTECIPERANNO ANNUALMENTE AL BANDO LETTERARIO.

Salvatore Armando Santoro - Presidente

Ricerca



Newsletter
Per ricevere informazioni sulle novità di questo sito, puoi iscriverti alla nostra Newsletter. L'iscrizione implica l'aver preso visione e accettato l'Informativa sulla Privacy
Iscriviti
Cancella l'iscrizione
873 Iscritti

Su